prenditi cura dei tuoi piedi

Prenditi cura di chi ti sostiene… I tuoi piedi

Condividi

Dovremmo ricordarlo più spesso: i piedi ci sostengono e il nostro benessere dipende anche da loro!

D’inverno li costringiamo in scarpe chiuse, d’estate riconquistano la libertà nelle scarpe aperte e provano persino il piacere di stare nudi! Piedi liberi però significa anche più vulnerabili…  
Camminare scalzi sulla sabbia è un vero toccasana per la circolazione sanguigna… ma non altrettanto per la pelle: sabbia, salsedine e sole, si sa, disidratano e seccano l’epidermide.

D’altra parte, d’inverno le calzature chiuse possono procurare ispessimento cutaneo (formazioni ipercheratosiche) che può generare desquamazione, callosità, duroni sia a livello plantare che sui talloni, e spesso anche dolore.

Come proteggerne la salute e la bellezza?
Prevenire è meglio che curare

8 ACCORGIMENTI per LA cura dei piedi

  1. una buona calzatura è fondamentale per preservare la salute e benessere dei nostri piedi.
  2. pedicure e trattamenti specifici sono decisivi nella cura dei piedi. Ancora di più se, oltre a una buona routine quotidiana, ci rivolgiamo a professionisti per un’azione profonda e risultati duraturi.
  3. pediluvio: efficace e semplice, anche da fare a casa! Nulla rigenera come un bel pediluvio serale per mandare via stanchezza e pesantezza, ottimo anche per detergere in profondità e prevenire eventuali micosi.
    Basta un semplice catino riempito d’acqua con l’aggiunta di detergenti neutri, o semplicemente un cucchiaio di bicarbonato, dalle proprietà disinfettanti e antibatteriche.
    Dal momento che l’acqua calda distende, dilata i vasi sanguigni, rilassa, dà sollievo, mentre l’acqua fredda tonifica e rivitalizza, l’ideale è l’alternanza caldo/freddo per favorire entrambi gli effetti. Ma per chi non ama gli estremi, o in mancanza di tempo, l’acqua tiepida è il giusto compromesso.

E dopo il pediluvio?

  1. asciugare perfettamente tra le dita perché l’umidità è terreno fertile per microbi e batteri
  2. pietra pomice, ottimo alleato specie sulle zone inspessite per levigare, stimolare la circolazione e preparare la pelle all’eliminazione delle cellule morte
  3. scrub per rigenerare il tessuto epiteliale, rendere la pelle più morbida, favorire la penetrazione dei principi attivi contenuti nei trattamenti successivi
  4. crema specifica per l’idratazione cutanea e il nutrimento, per esempio a base di burro di karitè, da applicare con un massaggio
  5. balsamo mentolato sulle caviglie per dare sollievo e alleviare la sensazione di pesantezza

SOS TALLONI SCREPOLATI E SPACCATURE?
Il trattamento è lo stesso con un occhio di riguardo in più per evitare il sanguinamento e l’integrazione di un cosmetico specifico per il ripristino dell’elasticità della pelle, con componenti idrici arricchiti di glicerina e acido ialuronico.
E per un rimedio last minute che restituisca idratazione e morbidezza istantanee, una maschera cosmetica con olio mandorle dolci, di sesamo, o burro di karitè, papaia, avocado, è l’ideale.